Porte aperte ai turisti “senior”

PESCARA. “Please” è un’iniziativa dell’Unione Europea che promette ottime ricadute in Abruzzo, come è stato anticipato durante la presentazione nazionale di ieri all’Aurum di Pescara. Rivolto ai turisti senior, quelli tra i 55 e i 70 anni di età, già in pensione e disponibili a viaggiare nei periodi di destagionalizzazione, è un progetto sostenuto da cinque Paesi comunitari e nove partner. Fra questi, per l’Italia, che vede l’Anas in qualità di coordinatore di Please (Please Let Enjoy a Senior’s Experience), ci sono due partner abruzzesi, il portale Abruzzolink.com, lanciato da Angelo Brigante e Anna Vallesi, e il Comune di Scontrone (L’Aquila), rappresentato dal sindaco Ileana Schipani, coinvolti in prima fila insieme ad Isest-ente morale. Gli altri paesi europei partecipanti sono Spagna, Grecia, Malta e Bulgaria.

I turisti over 65, i cosiddetti senior, sono oggi persone più dinamiche e godono di una salute migliore rispetto al passato, nonché di risorse finanziarie superiori rispetto alle generazioni precedenti, hanno spiegato i relatori durante la presentazione. I senior amano viaggiare, amano la cultura e la buona cucina, privilegiano la sicurezza, sono pronti a partire anche in bassa stagione ed il loro soggiorno dura mediamente più giorni. Questi fattori, uniti all’assenza di impegni familiari e lavorativi, fanno di questo target un segmento sempre più importante per il mercato turistico, confermato anche dalla tendenza all’invecchiamento della popolazione europea.

L’Abruzzo per ambiente, cultura, enogastronomia e biodiversità può rappresentare una meta ideale è sarà protagonista dell’iniziativa europea utilizzando l’innovativa piattaforma Abruzzolink che permetterà a senior spagnoli, greci, maltesi e bulgari di prenotare da sé servizi turistici programmando la propria vacanza personalizzata nella nostra regione.

«Siamo onorati di poter organizzare un test pilota in Abruzzo», osserva l’ingegner Anna Vallesi, Ceo di Abruzzo.com che gestisce il portale Abruzzolink, «arriveranno separatamente 4 gruppi di senior da 4 Paesi europei, gli faremo conoscere la nostra terra dimostrando che questo modello proposto da Please è replicabile e sostenibile».

L’altro partner abruzzese di Please è Scontrone, comune ai confini del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, inserito nella rete dei Borghi Autentici d’Italia e sede di ventuno murales e cinque musei. «Siamo orgogliosi che questo progetto così ambizioso parta proprio da Scontrone» commenta il sindaco Ileana Schipani. «Si parla spesso, infatti, della necessità di destagionalizzare il turismo e sostenere le attività della fascia più anziana della popolazione e Please è in grado di coniugarle entrambe, permettendo ai senior europei di viaggiare, conoscere nuove culture e al tempo stesso di farsi conoscere, tutte opportunità straordinarie di crescita e arricchimento, personale e collettivo».(g.d’o.)

 

source –> http://www.ilcentro.it/abruzzo/porte-aperte-ai-turisti-senior-1.163393?utm_medium=migrazione

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *